Associazione nazionale alpini Sezione Bolognese Romagnola "Angelo Manaresi" Gruppo Casalecchio di Reno - Sasso Marconi Art. Alpino Pietro Ventura

Terremoto Abruzzo

Alle ore 06.30 di lunedí 6 aprile è stato dato l’allertamento (codice giallo) alla nostra squadra di Protezione Civile dal nostro coordinatore regionale dell’Ass. Regionale degli Alpini di P.C. Diego Gottarelli, attivato prima dalla sede Nazionale dell’A.N.A. e immediatamente dopo, dalla sala operativa della Regione Emilia R. (C.O.R.)

Per il sisma che ha colpito in particolare la provincia dell’Aquila

Successivamente alle 07.30 ci è stato dato “l’ordine” di partire (codice rosso) dal C.O.R.

Immediatamente 7 volontari si sono recati, da prima al magazzino Regionale di P.C. sito in via Agucchi a Bologna, dove assieme ad altri volontari Alpini della Provincia e alle altre organizzazioni di volontariato, si sono prodigati per preparare, stivare e caricare, sotto la direzione dei funzionari regionali, le attrezzature e i materiali del campo accoglienza alla popolazione ivi ubicato.

Nelle prime ore del pomeriggio, alcuni dei nostri ragazzi rimanevano a presidio del magazzino, per le operazioni di carico dei camion che si avvicendavano al centro, mentre una squadra composta da 5 volontari (Magnani, Sassi, Fabbri, Palma e il capo squadra Emeri) con il nostro mezzo fuoristrada partiva con il resto della colonna mobile regionale.
Assieme ai volontari della nostra Squadra si aggregavano 2 agenti con relativo mezzo, della Polizia Municipale di Casalecchio di Reno.

Dopo una breve sosta all’area di servizio Rubicone Ovest sull’A14, per congiungersi con il resto della colonna proveniente dalla Romagna, si ripartiva alla volta dell’Abruzzo.

Il target della colonna il comune di Villa Sant’Angelo, L’Aquila (erano state date altre destinazioni in precedenza, ma il dipartimento a dirottato la colonna in base alle necessitá ed esigenze che si evolvevano di ora in ora) ed è formata come diffuso dagli organi di stampa, due Posti medici avanzati per il soccorso sanitario in collaborazione con il 118, una task force logistica di pronto intervento, due moduli cucine che garantiscono 400 pasti turno, una squadra di geometri e ingegneri volontari specializzati nella rilevazione dell’agibilitá degli edifici. E’stata altresí allertata una struttura mobile protetta per anziani non autosufficienti; per un totale di 120 tra volontari, funzionari e tecnici di Protezione civile.

Un’altra squadra di 5-6 volontari era pronta a partire, in appoggio o per l’avvicendamento ai ragazzi tra qualche giorno.
Arrivati in tarda sera nel paesino Aquilano devastato per piú del 70% dal sisma (17 le vittime), iniziavano subito le operazioni preliminari per l’approntamento della tendopoli.
Da pomeriggio di martedí 7 il campo accoglienza è pienamente attivo e completo, in grado di ospitare dalle 450-500 persone, dotato di tendone mensa riscaldato, un imponente cucina da campo da 400/600 pasti turno, servizi, docce e acqua calda, il complesso è dotato anche di una centrale elettrica di smistamento dell’energia elettrica su container, e di una centrale di pressurizzazione e successivo recupero e trattamento delle acque reflue dei servizi igienici sempre containerizzata.

Giovedí 9, arriva in loco anche il modulo lavanderia da campo, con lavatrici, asciugatrici e lavelli a disposizione degli sfollati per il lavaggio e l’asciugatura degli indumenti e della biancheria personale.
Venerdí 10 è previsto il primo avvicendamento dei nostri Volontari, che dopo 4 giorni di intenso lavoro, giustamente hanno necessitá di rientrare per riposare.
Saranno sostituiti da 4 Volontari, un numero minore, in virtú del fatto che il campo una volta avviato, necessita di meno personale per la sua gestione.
Si entra nella fase di gestione “ordinaria” del campo, ció nonostante continuano incessantemente i lavori di pavimentazione dell’area, creando vere e proprie strade, camminamenti e marciapiedi tra le varie strutture anche in ragione del fatto, che il maltempo continua a persistere e a creare disagi.

Da Venerdí 17 la Regione Emilia-Romagna ha aderito alla richiesta del Dipartimento nazionale della Protezione civile di collaborare alla gestione del campo assistenza alle persone sfollate dell’Aquila, in piazza d’Armi.
50 volontari e funzionari di Protezione civile stanno completando in queste ore l’allestimento di una cucina mobile in grado di preparare giá da domani 400/600 pasti turno, completa di tendone mensa, un modulo segreteria, 6 container per i servizi igienici piú altri mezzi e attrezzature a supporto. In funzione anche un servizio di assistenza psicologica.
Al campo di Villa Sant’Angelo, sono iniziate le lezioni per i bambini delle elementari ed è stata aperta una sala cinema. Viene fornita assistenza anche agli sfollati del Comune di Sant’Eusanio Forconese con tende e un servizio mensa da 250 pasti/turno.

Attualmente al campo di Villa Sant’Angelo sono al lavoro 200 addetti tra funzionari della Agenzia regionale di protezione Civile, della sanitá regionale 118, volontari dei coordinamenti provinciali del volontariato, dell’ANPAs (Associazione nazionale Pubblica Assistenza) dell’ANA (Associazione nazionale Alpini).
Sono in oltre operativi un Posto medico avanzato, un mezzo di telecomunicazione mobile, un team di assistenza psicologica dell’Associazione di volontari psicologi per i popoli, una squadra di geometri e ingegneri volontari specializzati nella rilevazione dell’agibilitá degli edifici, una squadra veterinaria.
Gli avvicendamenti della nostra Squadra a gruppi di 3-4 Volontari, ogni 3 giorni piú uno per il viaggio, sono continuati fino al 22 Aprile.
Dal 29 Aprile per 3 giorni, con l’impiego in cucina di 3 nostri Volontari al Campo di Piazza d’Armi a l’Aquila, è ripresa la nostra attivitá.
Proseguita dal 2 di Maggio in turni settimanali da sabato a sabato nel Campo di Villa Sant’Angelo, con l’impiego continuativo fino al 23 Maggio di 3/4 Volontari per turno, anche specializzati, come elettricisti, idraulici, falegnami, informatici.

Fino a Settembre l’impiego dei Volontari appartenenti alla nostra Squadra, si è focalizzato su un’unica settimana al mese, in modo tale da ottimizzare al massimo le nostre risorse e l’organizzazione generale dei turni

Con la fine di Ottobre il campo accoglienza è stato chiuso, tutte le strutture sono state smantellate, visto che sono pronte le casette in legno, o comunque strutture piú consone per trascorrere l’inverno , oramai alle porte.

Quindi si è conclusa anche questa esperienza per la nostra Squadra, che è riuscita a fornire un totale di 7164 ore di lavoro, pari a circa 300 giorni, grazie all’avvicendamento di 22 Volontari, diversi dei quali hanno fatto anche piú turni. Questa triste vicenda per la popolazione che purtroppo l’ha subita, è stata sicuramente per l’Associazione la piú impegnativa emergenza alla quale è stata chiamata a rispondere dalla sua costituzione; altrettanto sicuramente si puó dire che è stata affrontata con tanto altruismo, dedizione, professionalitá e soprattutto Alpinitá.

Link:
Google Landing Terremoto Abruzzo
Villa Santangelo

Campo Base RER

Foto satellitare con il target esatto del campo accoglienza alla popolazione della colonna mobile regionale

Gruppo Alpini di Casalecchio di Reno e Sasso Marconi
Via Savador Allende 11
40033 Casalecchio di Reno(BO)
Tel: 3395276237
Apertura sede: il Giovedí dalle 20:00 alle 23:00
Email: info@alpinicasalecchiosasso.it
Sito Web: www.alpinicasalecchiosasso.it

Il sito è gentilmente ospitato da:
Logo Stoneweb
Powered by: Giacomo Bortolotti